Fare la Madama a Palazzo Madama

0
7
views

Tempo fa, quando una ragazza si sposava e andava a vivere a casa del marito ne prendeva il cognome che diventava così lo stesso della suocera. Per distinguere l’una dall’altra, ecco nascere la definizione tutta piemontese di Madama e Madamina che si traducono entrambi come “signora”.  

Anche voi da piccole giocavate “alle signore”? Passeggiate in centro, vestiti eleganti, servizi da tè in porcellana, merende con le amiche, biscotti da tuffare nella cioccolata e pettegolezzi. Se volete trascorrere una giornata da vera Madama torinese, l’autunno è la stagione giusta e il luogo perfetto per farlo è, ovviamente, Palazzo Madama. 

Elegantissimo, con la sua facciata barocca che si affaccia su Piazza Castello,  è senza dubbio il palazzo più femminile della città. Sarà per il nome, per le decorazioni della facciata, per i mobili da principessa o forse per quei deliziosi servizi da tè! 

Palazzo Madama è come una gigantesca casa delle bambole. E realizzando i vostri sogni di bambina vi  ritroverete tra tazzine, teiere, cioccolatiere, bicchieri in vetro di Murano, piatti e piattini di ogni tipo e scatolette preziose che hanno nascosto chissà quanti segreti. 

Tutte queste piccole meraviglie vi aspettano al secondo piano del palazzo che custodisce una delle raccolte più importanti d’Europa di arti decorative: ceramiche, avori, oreficerie, tessuti, vetri dorati e dipinti. Vi sentirete delle vere Principesse, credetemi!  

Proprio dal secondo piano si accede ad un altro piccolo tesoro, la Torre Panoramica del castello da cui godrete di un’insolita vista della città. 

Per regalarvi una perfetta giornata da signora, visitate il museo nel primo pomeriggio per poi rifugiarvi al primo piano, al Caffè Madama, intitolato alla Duchessa Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours.  

Immersi nel capolavoro juvarriano, organizzate con le vostre amiche il goloso rituale della Merenda Reale, nato in città nel Settecento proprio alla corte dei Savoia. 

Cioccolata calda, biscotti “bagnati” da tuffarci dentro ed altre leccornie: il sogno è servito!  

LEAVE A REPLY